Cadde

Cadde.

In ampie spirali,
poi sempre più strette,
urlando,
gli occhi sprangati
dal dolce orrore,
nel
nero.

Ma non fu morte, la sua:
forse un immortale “tornerò!”,
così chiaro in quello sconsolato
e tenace
aggrapparsi al nulla.

Follow/like/share!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *