Meriggio corinto

Miss Loess, dal divino portamento, ci offrì
un giaciglio su cui riposare e vesti asciutte
in cambio di storie di mare e di guerra.

Loreannah, principessa del Levante,
portò hashish e assenzio, e un dono:
un vecchio sestante di ottone, maculato dal tempo.

“Fu del Capitano Nunez”, disse  sorridendo.

Flechmas servì coppe ricolme di vino e calici di sidro
e mostrò ai nostri sguardi seni di bimba e oleoso pube
che offrì alle nostre bocche e alle nostre mani.

Più tardi, era quasi l’alba,
ci lavammo con acqua di mare
e dopo, seduti sulla battigia dorata,
masticammo in silenzio petali di loto.

Follow/like/share!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *