Cos’ha il vento

Cos’ha il vento che non puoi dirmi?
E cosa sono quelle forme basse sull’orizzonte?
Perchè quando ti guardo vedo solo un cieco sgomento?

Preghiamo, se vuoi: in ginocchio
su questa pietra refrattaria,
congiungiamo le mani, chiniamo il capo
e preghiamo. Ma c’è qualcuno che ci sente?
O i nostri pensieri
sono solo faville del lampo neuronale?

Dimmi: c’è santità in quella croce di legno, divorata dalle pazienti tarme?

Commetti antropofagia, mangia
il tuo dio
poichè questo è il suo corpo, offerto in sacrificio per voi –
mangiane, mangiatene tutto: che restino solo
le ossa
rilucenti asserzioni di vana permanenza;

ossa
che metterai in reliquari di cristallo
o sbriciolerai per farne unguenti stregati
o venderai per due soldi a vecchie credulone
dalla bocca sdentata.

Le ossa di dio, ora sparse sulla rena bollente,
gigantesche, quelle di un leviatano morto da millenni.

Smussate, consunte,
logorate dal Tempo.

Il vento, sfiorandole, ne trae melodie squillanti,
impalpabili trine di cristallo
nel vuoto del deserto.

E questo è ciò che fu il suo cuore:
un globo ancora caldo, come un nòcciolo atomico,
e altrettanto pericoloso.
Qua dentro nacquero e morirono universi
e qui fu custodita in spire tortuose l’eternità,
prima che essa stessa morisse
in uno lugubre stridio.

Nessuno verrà mai più da queste parti
ora che il tempo è ossa che sbiancano al sole.

Qui c’è finalmente pace:
non esiste più un lasso di tempo fra idea e azione,
tra vivere e morire, tra cadere e risollevarsi
e ancora cadere.
Sonno, sogno…

Le lancette degli orologi sono immobili,
la sabbia non cade nella clessidra,
sulla meridiana non scivola più l’ombra.
Dormire e nello stesso tempo vegliare,
moto e immobilità, immobilità e moto –
perpetuo fare un passo in avanti e uno indietro.

Per le scale un rumore di passi frettolosi, in strada
geme un violino zigano. Queste, e infinite altre particelle di realtà,
mettono rovinosamente alla prova
la mia indifferenza.

Nel ghiaccio eterno o con tutte le urla mai urlate.

Follow/like/share!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *