Distacco

In piedi in riva al mare
contempli il cielo,
lo sguardo sereno, mentre il tramonto infuoca l’orizzonte.

Fa freddo, ma neanche tanto e comunque
tu hai il cuore sempre caldo
(tu non hai il tallone d’achille)
e non c’é niente che ti fa paura.

Alle tue spalle, oltre il viale che delimita la spiaggia,
dove i campi arati e i vigneti si congiungono alla macchia,
stormi di montanelli compiono danze di primavera.

Anche se tu fossi all’inferno, o cuore di tenebra,
non faresti una piega: solo,
ti troveresti un angolo un po’ meno caldo
e lì te ne staresti, comoda
e refrattaria alle fiamme.

Mentre io
sono nell’eterna condizione
di un granchio preso nella nassa.

Follow/like/share!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *