Acefalo

M’aprissero il cranio, ora
non troverebbero che
un’umida cavità rotonda
e vuota;

idee, pensieri, emozioni: nulla!

Anche la penna è inerte fra le dita inerti,
l’arma di un soldato ferito a morte.

Basterebbe un niente ché inciampasse sul foglio,
ma stasera
anche la forza di gravità
sembra essere assente.


1999

Follow/like/share!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *